Grande festa, sbandieratori, inni e prime reti

Banda musicale, sbandieratori del gruppo “Real Trinacria”, raduno in piazza Ciullo, corteo lungo l’intero corso 6 Aprile, disposizione sul manto erboso dello stadio “Sant’Ippolito”, inno di Mameli e inno del torneo, calcio d’inizio di un socio, ammalato di sclerosi multipla, dell’associazione “Sacro Cuore”. Queste gli ingredienti, alcuni assolutamente innovativi rispetto alla tradizione, della giornata inaugurale, svoltasi ad Alcamo, della fase principale del XXXII Trofeo Costa Gaia – Conad Cup.

Una bella cornice di pubblico e centinaia di giovanissimi calciatori hanno preso parte alla kermesse inaugurale contraddistinta, come ogni anno, da temperature basse e da raffiche di vento gelido.

La trentaduesima edizione del torneo internazionale di calcio giovanile, organizzato fin dagli albori dalla Scuola Calcio Adelkam diretta adesso da Gaetano Lo Monaco, è stata aperta da brevi ma profondi discorsi del presidente della stessa società sportiva, Totò Bonino, del sindaco e dell’assessore allo sport del comune di Alcamo, Domenico Surdi e Vito Lombardo, dal presidente dell’associazione “Sacro Cuore” che si occupa degli ammalati di sclerosi multipla.

Subito dopo gli interventi di rito, il Costa Gaia ha dato vita alla gara inaugurale, Milan – Adelkam, della categoria “esordienti”. Hanno vinto, come da pronostico, i rossoneri che si sono imposti per 5 a 1 sugli alcamesi. Da domattina si giocheranno invece le altre partite per le categorie “giovanissimi”, “esordienti”, “esordienti 2007”, “pulcini 2008” e “pulcini 2009”.